20
ottobre
domenica

CONCERTO INAUGURALE Stagione Concertistica ISA

Inizio alle ore 18:00

Durata: 2h 30m | Intervalli: n.1

Caricamento Eventi

<

Domenica 20 ottobre alle ore 18.00 CONCERTO INAUGURALE della quarantacinquesima Stagione Concertistica dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese

Un fantastico concerto per violino solista ed orchestra, che vedrà esibirsi sul palco la prestigiosa Orchestra Sinfonica Abruzzese diretta dal maestro NICOLA PASZKOWSKI e il violinista STEFAN MILENKOVICH.

Il gentile pubblico del Teatro Marrucino è invitato ad intervenire.

Biglietto

Intero € 10,00

Ridotto € 8,00 (over 65)

Giovani € 5,00 (under 25 e studenti)

PROGRAMMA MUSICALE
Concerto in Re Maggiore Op. 77 per violino e orchestra di J. Brahms

Sinfonia n. 5 in re minore Op. 107 “Riforma” di F. Mendelssohn-Bartholdy

NICOLA PASZKOWSKI, direttore d’Orchestra
Diplomatosi in direzione d’orchestra con il massimo dei voti al Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, si è perfezionato con Ferdinand Leitner, Carlo Maria Giulini e Emil Tchakarov.

Attivo sia in ambito sinfonico che nel teatro d’opera, collabora con numerose orchestre e istituzioni in Italia e all’estero.

Dal 2000 al 2012 è direttore preparatore dell’Orchestra Giovanile Italiana – OGI con la quale collabora ancora abitualmente. Su invito di Riccardo Muti, nel 2009 dirige l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e la Giovanile Italiana al Ravenna Festival.

Nel 2010 è di nuovo alla guida della Cherubini per Il Trovatore, con la regia di Cristina Mazzavillani Muti. La collaborazione con il Ravenna Festival prosegue con importanti produzioni quali: la trilogia di Verdi, Rigoletto, Trovatore e Traviata nel 2012, la Trilogia “Verdi & Shakespeare”, Macbeth, Otello e Falstaff nel 2013 e La Bohème nell’ambito della Trilogia pucciniana nel 2015, l’Otello (2018) e l’Aida nel novembre 2019.

Tra gli eventi di maggior rilievo in Italia e all’estero: il Nabucco al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo con l’Orchestra e del Coro del Teatro dell’Opera di Roma, la partecipazione al Kissinger Sommer International Musikfestival (2012) con l’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini, l’inaugurazione della stagione estiva del Teatro dell’Opera di Firenze con l’Orchestra del Maggio Musicale (2015), il concerto per i trent’anni della Royal Oman Symphony Orchestra (2015), la Turandot di Puccini al Teatro Lirico di Sofia su invito di Raina Kabaivanska (2016), la Bohème a San Pietroburgo per il II Festival di Elena Obrazcova (2017).

All’attività concertistica affianca quella didattica come titolare della cattedra di esercitazioni orchestrali al Conservatorio Cantelli di Novara.

Nel 2018 è invitato a dirigere il Falstaff in Giappione presso la Showa University of Musc di Tokyo, dove è tornato nel settembre 2019 per dirigere Le Nozze di Figaro.

È Direttore Musicale dell’Associazione Solo Belcanto di Montisi e membro della commissione esaminatrice di “Italian Opera Academy” del Maestro Muti.

Dal settembre 2018 è direttore principale dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese, con la quale avvia un’intensa attività concertistica.

STEFAN MILENKOVICH, violinista
Stefan Milenkovich, nativo di Belgrado, ha iniziato lo studio del violino all’età di tre anni, dimostrando subito un raro talento che lo porta alla sua prima apparizione con l’orchestra, come solista, all’età di sei anni ed incominciando una carriera che lo ha portato ad esibirsi in tutto il mondo.

È stato invitato, all’età di 10 anni, a suonare per il presidente Ronald Reagan in un concerto natalizio a Washington, per il presidente Mikhail Gorbaciov quando aveva 11 anni e per il Papa Giovanni Paolo II all’età di 14 anni. Ha festeggiato il suo millesimo concerto all’età di sedici anni a Monterrey in Messico.

S.Milenkovich è stato vincitore di molti premi partecipando ai più importanti concorsi internazionali: il Concorso di Indianapolis (USA), il “Tibor Varga” (Svizzera), il “Queen Elizabeth” (Bruxelles), lo “Yehudi Menuhin”(Gran Bretagna), il “Ludwig Spohr” di Weimar ed il Concorso di Hannover (Germania), il “Lipizer”di Gorizia ed il “Paganini” di Genova in Italia.

Riconosciuto a livello internazionale per le sue eccezionali doti tecniche ed interpretative, ha suonato come solista con l’Orchestra Sinfonica di Berlino, l’Orchestra di Stato di San Pietroburgo, l’Orchestra del Teatro Bolshoj, la Helsinki Philharmonic, l’Orchestra di Radio-France, l’Orchestra Nazionale del Belgio, la Filarmonica di Belgrado, l’Orchestra di Stato del Messico, l’Orchestra Sinfonica di Stato di San Paolo, l’Orpheus Chamber Orchestra, le Orchestre di Melbourne e del Queensland in Australia, l’Indianapolis Symphony Orchestra, la New York Chamber Symphony Orchestra, la Chicago Symphony Orchestra, collaborando con direttori del calibro di Lorin Maazel, Daniel Oren, Lu Jia, Lior Shambadal, Vladimir Fedoseyev, Sir Neville Marriner.

La sua discografia include tra l’altro le Sonate e le Partite di J.S.Bach, e l’integrale per la Dynamic (2003) delle composizioni di Paganini per violino solo.

Stefan Milenkovich è impegnato anche in cause umanitarie: tra l’altro nel 2003 gli è stato attribuito a Belgrado il riconoscimento “Most Human Person”. Ha inoltre partecipato a numerosi concerti patrocinati dall’UNESCO a Parigi, esibendosi al fianco di Placido Domingo, Lorin Maazel, Alexis Weissenberg e Sir Yehudi Menuhin.

Dedito anche all’insegnamento, dal 2002 è stato assistente di Itzhak Perlman alla Juilliard School di New York, prima di accettare l’attuale incarico di Professore di violino all’Università dell’Illinois,USA.

Suona un Guadagnini del 1783.

Dettagli
Data: 20/10/2019
Ora: 18:00 - 20:00
Categoria EventoConcerti
Luogo
Luogo Teatro Marrucino
Indirizzo Chieti, Italia